2 GIORNI DAL VIVO PER APPLICARE NELLA TUA AZIENDA IL SISTEMA TESTATO SU OLTRE 300 IMPRESE PER GUADAGNARE CON CERTEZZA QUANTO VUOI DA TUTTI I TUOI LAVORI, SENZA MAI ANDARE IN PERDITA

21/22 Maggio

Hotel Grand Milan Saronno

2 GIORNI DAL VIVO PER APPLICARE NELLA TUA AZIENDA IL SISTEMA TESTATO SU OLTRE 300 IMPRESE PER GUADAGNARE CON CERTEZZA QUANTO VUOI DA TUTTI I TUOI LAVORI, SENZA MAI ANDARE IN PERDITA

21/22 Maggio

Hotel Grand Milan Saronno

Come trovare collaboratori in edilizia: 3 “bocconi amari” ma necessari per l’imprenditore

Come trovare collaboratori in edilizia?

La risposta – direttamente da oltre 250 consulenze ad imprenditori edili – è in questo articolo.

Ma prima di parlare di come trovare collaboratori in edilizia, ti avverto: ci sono anche 3 “bocconi amari” da mandar giù.

Amari ma necessari, perché ti apriranno la strada per fare della tua azienda in edilizia una calamita per i talenti della tua zona.

3 bocconi amari… ma necessari

Piccolo aneddoto: qualche tempo fa stavo cercando una figura amministrativa da inserire all’interno della mia azienda. Nel giro di 24 ore dall’apertura delle candidature, ho dovuto chiudere tutto perché siamo stati letteralmente sommersi di proposte.

Questo mi ha dato lo spunto per questo articolo, dove vedremo i 3 “bocconi amari” per cui le persone potrebbero non voler lavorare con te… o perché non trovi i collaboratori in edilizia che vorresti.

Ne ho parlato anche nel mio podcast “Imprenditori Edili”, che puoi vedere qui sotto.

Come trovare collaboratori in edilizia: il primo “boccone amaro” è il controllo di gestione

Che cosa ha a che fare il controllo di gestione con come trovare collaboratori in edilizia?

Il collegamento è semplice: se non hai contezza dei numeri della tua azienda edile e dei tuoi margini, non sai quanto puoi pagare i tuoi collaboratori.

Magari potresti strappare qualche collaboratore valido ai tuoi concorrenti facendogli un’offerta migliore. Ma per farlo, devi avere contezza di quali sono i numeri della tua azienda.

Il controllo di gestione in edilizia ti consente di capire fin dove ti puoi spingere con il compenso. E non parlo solo di 200€ in più o in meno, perché non c’è tutta questa differenza.

Ti parlo di poter erogare eventuali premi, che fanno tutta la differenza del caso. Inoltre, ti serve anche per guardare oltre, a dove puoi portare il compenso dei tuoi collaboratori in futuro.

Se non sai quanto guadagni su una commessa, o qual è la tua marginalità media, come puoi dare dei premi di produzione ai tuoi collaboratori?

L’imprenditore medio è convinto che il problema sia solo quanto dare di “fisso”. Ma il fisso è solo una parte del compenso. Poi c’è un elemento materiale – che sono i premi – e una parte immateriale, che è invece il “dove può arrivare quella persona” tra 1, 3, 5 anni.

Ma siamo sempre allo stesso punto… come puoi sapere dove può arrivare una persona, se non sai dove può arrivare la tua azienda? Alla fine è tutto qui: se vuoi trovare collaboratori in edilizia, devi fare il controllo di gestione.

Come trovare collaboratori in edilizia: se non fai marketing, sono cavoli amari

Quando si tratta di trovare collaboratori in edilizia, tanti sottovalutano che c’è una stretta correlazione tra quanto sei percepito come un esperto nel tuo settore – o come una persona carismatica – e le persone che riesci ad attrarre per lavorare con te.

Per quanto tu possa avere una bellissima azienda e sviluppare volumi d’affari importanti, fintanto che non curerai il tuo personal brand di imprenditore edile, difficilmente troverai persone che vogliono lavorare con te.

Quindi, uno dei benefici indiretti del fare marketing e dell’essere sempre presenti è proprio che ti consente di trovare collaboratori in edilizia davvero in gamba.

Più sei ben posizionato, più le persone fanno di tutto pur di lavorare con te.

Come ti dicevo, per la posizione amministrativa abbiamo aperto e poi chiuso le candidature, perché nel giro di 24 ore ne sono arrivate 140.

Qualcuno potrebbe dire: “Facile, perché è una posizione amministrativa.” Ma in realtà sono arrivate delle candidature di persone molto competenti. Persone con delle esperienze impressionanti, che mai avrei pensato potessero rispondere al mio annuncio.

Ti dico questo perché essere attrattivi è fondamentale. Più sei presente, più sei attrattivo. Meno sei presente, meno sei attrattivo.

Chiaramente, questo da solo non è garanzia di attrarre persone davvero in gamba.

Però, quando in 24 ore ricevi più di 100 candidature, di base puoi permetterti di selezionare solo i collaboratori migliori.

Se non “esisti”, come puoi trovare collaboratori validi in edilizia?

Perciò, prima di proseguire, chiediti sinceramente se non trovi i collaboratori in edilizia che vorresti innanzitutto perché “non esisti”.

“Esistere” non vuol dire soltanto essere presenti con una sede fisica e avere un’azienda. Quello è il minimo.

“Non esisti” vuol dire che le persone non sanno nulla di te. Che per loro non rappresenti un modello: qualcuno a cui loro aspirano di diventare, o qualcuno a cui le persone pensano di poter imparare qualcosa.

Sicuramente avrai delle competenze e degli elementi caratteriali che possono aiutarti a trovare nuovi collaboratori.

Il problema è che le persone non lo sanno.

Perché magari, banalmente, non comunichi. Non sei presente. La tua azienda non è ben posizionata, e quindi non sai come trovare collaboratori validi

“Eh, ma io ho l’agenzia che mi fa marketing… non ci deve pensare lei”?

Va benissimo che tu dia mandato a qualcuno di occuparsi del marketing, per carità. Però il marketing è un qualcosa che devi controllare tu, perché è uno di quegli aspetti di fondamentale importanza, proprio come il controllo di gestione. 

Così come il tuo commercialista – salvo rare eccezioni – non è un tuo socio, l’agenzia di marketing è non è la TUA agenzia di marketing. È solo un’azienda che si occupa del tuo marketing. E dico questa cosa anche contro i miei interessi, perché io stesso ho un’agenzia che si occupa di marketing per l’edilizia

Però quello che cerco di trasferire sempre è che la gestione strategica del marketing la deve fare l’imprenditore edile. Poi ne possiamo discutere insieme e ti posso aiutare, penso che sia qualcosa che mi riesce benissimo fare. Ma la strategia deve essere controllata dall’imprenditore. 

Come trovare collaboratori in edilizia: ricerca e selezione del personale, il terzo e ultimo “boccone amaro”

La terza cosa che dovresti fare per trovare collaboratori validi in edilizia è la ricerca, selezione e gestione delle persone in azienda.

Un’abilità di fondamentale importanza, che dovresti sviluppare nel più breve tempo possibile. Perché di qui in avanti, il vero problema non sarà acquisire nuovi clienti: sarà trovare nuovi collaboratori

L’ho messa come terza cosa perché perché viene dopo le altre due, ma non è meno importante. Quindi, con il tuo marketing, con quello che fai e che comunichi, devi intercettare potenziali collaboratori. Li devi selezionare.

Devi avere contezza di quelli che sono i numeri della tua azienda per capire fin dove puoi spingerti, perché se siamo in un momento in cui c’è carenza di persone all’interno del mondo dell’edilizia, vuol dire che bisogna pagare di più quelle che ci sono. 

È inutile lamentarsi che la gente non vuole lavorare. Vent’anni fa le persone si accontentavano, oggi non si accontentano più. Quindi o sei in grado di poterle pagare di più rispetto ai tuoi concorrenti o verosimilmente loro restano dove si trovano. 

Questo vale se vogliamo persone formate, perché poi se invece vogliamo formarle, il discorso cambia. Ma se vogliamo strappare dei collaboratori validi in edilizia ai nostri competitor, dobbiamo essere bravi nel fare bene i conti.

Una sintesi (e una scorciatoia) per trovare collaboratori in edilizia

Ricapitoliamo questo articolo su come trovare collaboratori validi in edilizia.

– Il controllo di gestione devi farlo tu. Tutto ciò che ha a che fare con il lavoro operativo di inserimento dei dati puoi farlo fare a qualcun altro, ma a livello strategico devi occupartene tu.

– Il marketing puoi delegarlo. Anzi, se cerchi qualcuno che sia specializzato nel mondo dell’edilizia posso consigliarti un’ottima agenzia. Però, la strategia resta comunque di tua competenza. 

– Infine, cura tutta la parte che ha a che fare con ricerca, selezione e gestione dei collaboratori in edilizia.

“Di qui in avanti, le aziende non chiuderanno per mancanza di clienti. Chiuderanno per mancanza di collaboratori.”

Segnati queste parole e mettile in un cassetto, che tra qualche anno ci ritroveremo e mi dirai “Cavoli Guido, avevi ragione.” 

Questo è quello che devi fare come imprenditore, perché se non trovi collaboratori validi in edilizia è perché mancano questi tre elementi: 

– la parte aspirazionale emotiva, quindi chi tu rappresenti per loro. 

– la parte razionale, che è quella del compenso

– le competenze per ricercare, selezionare, formare, far crescere e gestire le persone. Perché più andremo avanti e più ci saranno difficoltà per trovare persone. 

Sicuramente tornerò su questo tema, perché è di importanza fondamentale.

Nel frattempo, se vuoi una scorciatoia per iniziare ad attirare fin da subito i collaboratori ideali per la tua azienda, richiedi pure una Consulenza Strategico-Operativa con me.

Analizzerò la tua situazione e ti mostrerò, nel pratico, quali interventi concreti mettere in atto per far sì che sempre più persone vogliano lavorare con te, nel minor tempo possibile.

Compila il modulo qui sotto per richiedere la Consulenza e ti risponderò entro 24 ore.

Guido Alberti

Imprenditore, Consulente, Autore.

Aiuto le aziende e le attività che operano in edilizia ad aumentare i profitti e migliorare l’organizzazione.

Sono autore di A vendere finestre non si guadagna, Più Profitti in Edilizia, Se non ti rispettano non ti pagano e Artigiano nel Digitale.

Sono sicuro che ti interesseranno anche questi articoli